• +39 0585 776782
  • info@caicarrara.it

Calendario Generale CAI Carrara

Accantonamento estivo la thuile - courmayeur

Calendario CAI Carrara
 Registrazioni chiuse
 
0
Date: 28 Agosto 2019 07:00 - 1 Settembre 2019 19:00

Il Monte Bianco, con i suoi 4.810 metri, è la vetta più alta d’Europa. È parte di una catena montuosa imponente, che domina i comuni del fondovalle - La Salle, Morgex, Pré-Saint-Didier, Courmayeur - che, con La Thuile, formano la cosiddetta Valdigne.

Soggiorneremo a La Thuile, ridente località a 1450 metri situata nell’omonima valle, sulla strada che sale al colle del Piccolo San Bernardo verso il confine francese.Il Monte Bianco custodisce una storia senza uguali, è stato negli anni spettatore inerte, causa e oggetto di tante imprese, di tante sfide. Con la conquista della sua cima (1786) comincia l’età d’oro dell’alpinismo e contemporaneamente si ingrandisce la fama di una valle e di un massiccio dove exploit, passione e drammi sono intimamente legati. Da allora non è cambiato nulla: il prestigio del luogo e delle vie storiche continua ad attirare generazioni di scalatori provenienti dal mondo intero.

 

PROGRAMMA

Ogni giorno (ad eccezione del primo) ci saranno due programmi e quindi due comitive. Un programma sarà più sportivo e fisicamente impegnativo, mentre l’altro avrà un taglio sempre escursionistico ma più soft. Le escursioni sono state progettate per poter sempre partire insieme, e quindi sfruttare la disponibilità del bus (che avremo a disposizione).

 

Mercoledì 28 Agosto:

Viaggio Carrara – Val d’Aosta.

Sosta al Parco Animalier d’Introd, visita e pranzo al sacco.

Parc Animalier d'Introd si trova appena dopo Aosta fra le vallate di Rhemes e di Valsavarenche, al confine del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Unico del genere nella regione, il Parco è una piccola oasi che riproduce gli ecosistemi dell'ambiente montano per accogliere la flora e la fauna tipiche dell'arco alpino.

Il percorso, con sentieri segnalati, ha la durata di circa un'ora ed è corredato di pannelli esplicativi che offrono informazioni sulle varie specie vegetali e animali che si incontrano, come nel Sentiero delle Orme in cui sono riportati i calchi delle impronte di vari animali con le relative caratteristiche. Il Parco offre l'occasione di avvicinare animali che non sempre si ha la fortuna di incontrare durante le escursioni in montagna, come stambecchi, caprioli, marmotte e ricci, oltre a cinghiali, lepri e rapaci notturni, come gufi reali, barbagianni e allocchi. L'area comprende anche due laghetti che ospitano pesci ed anfibi, come trote fario, salmerini e rane alpine ed una flora variegata e multicolore con molte specie autoctone, come la stella alpina e l'imperatoria.

Nel pomeriggio spostamento a Pré S. Didier, percorso e visita del sentiero dell’Orrido e della sua passerella panoramica. Il nuovo sentiero dell'Orrido è situato sulla sinistra orografia della Dora Verney ed è una passeggiata che permette agli escursionisti di immergersi nella natura, a contatto con la flora e la fauna delle montagne. Si tratta di un itinerario facile e turistico, adatto a tutti.

Dislivello: 180 m. Lunghezza: circa 1 Km. Ore 0,45

A monte del sentiero è poi possibile percorrere la nuova e suggestiva passerella panoramica a sbalzo sulla gola dell’Orrido di Pré-Saint-Didier. Con i suoi 160 metri di altezza, regala una vista incomparabile sulla catena del Monte Bianco e sulla conca di Pré-Saint-Didier, oltre ad un panorama mozzafiato sulla cascata dell'Orrido e sulla grotta della sorgente termale.

Arrivo a La Thuile, sistemazione presso l’Hotel Planibel ****

 

Giovedì 29 Agosto:

Val Veny e Rifugio Elisabetta

Giunti col pullman in loc. La Visaille in val Veny m.1670, si prosegue a piedi prima per il lago del Miage e subito dopo per la piana di Combal, traversata la quale si sale al Rif. Elisabetta m.2168

Dal Rif. Elisabetta la Comitiva A prosegue per il Col de la Seigne m.2512 e il Col de Chavannes m.2600, dal quale, attraverso l’Alta Via n.2 si scende direttamente a La Thuile m.1450

La Com. B dal Rif. Elisabetta rientra a La Visaille per il sentiero percorso all’andata.

Tempi e dislivelli:

  • Com. A : h 7  + 930  – 1160 , diff. E
  • Com. B : h 4  + 500  – 500 , diff. E

 

Nel pomeriggio per gli adulti visita del centro storico di Courmayeur e del Museo Alpino Duca degli Abruzzi ospitato nella Casa delle Guide: il percorso espositivo rievoca le grandi spedizioni, le imprese delle guide e offre raccolte fotografiche, attrezzature e cimeli.

Per i ragazzi è invece prevista un’attività di Hidrospeed o di Rafting.

 

Venerdì 30 Agosto:

Cascate del Rutor e laghi di Bellacomba

Con il pullman si raggiunge la frazione di Promise a m.1550, dalla quale per sentiero si perviene a La Joux: qui si traversa il torrente e inoltratisi nel bosco di conifere si sale alle 3 cascate del Rutor. Che sono tra le più belle ed affascinanti della Valle d’Aosta. Si raggiungono in successione, si traversa poi una zona umida di grande valore naturalistico fino a raggiungere il lago Glacier m.2160 .

Da questo punto:

  • Com. A prosegue per gli appartati laghi di Bellacomba m.2374, il secondo dei quali caratterizzato da un originale isolotto roccioso al suo interno, per salire poi sul confine italo-francese al colle di Lex Blanche m. 2570 (splendide visuali sul Monte Bianco): da qui per sentieri e tracce, attraverso il passaggio Louie Blanche e il colle Traversette si raggiunge il Colle del Piccolo San Bernardo a m.2150. Rientro a La Thuile con i mezzi pubblici.
  • Com. B dal lago Glacier ridiscende alla cascata alta del Rutor m.2050, la traversa sulla passerella apposita, e rientra a La Joux con il nuovo sentiero del Centocinquantenario.

Tempi e dislivelli:

  • Com. A : h 7  + 1200  - 600 , diff. EE
  • Com. B : h 4  + 610    - 610 , diff. E

 

Sabato 31 Agosto:

Val Ferret

Si raggiunge con il pullman la località Lavachey in val Ferret m.1635. Da qui:

  • Com. A : salita al bivacco Gervasutti m.2835. Il bivacco Gervasutti è oggi una struttura moderna e avveniristica, con le forme di una specie di cabina spaziale, che è stata posta nel 2011 in luogo del vecchio bivacco in lamiera. E’ situato in uno dei versanti più aspri e selvaggi del Monte Bianco, nel settore meridionale delle Grandes Jorasses. Alcuni tratti del sentiero sono attrezzati con corde fisse. Previsto inoltre l’attraversamento di un nevaio.
  • Com. B : salita al Rif. Walter Bonatti m.2025. Dal rifugio si prosegue per gli alpeggi di Sécheron m.1924, di Arminaz inf. M.2033 e di Leche m.1929 , per poi scendere in val Ferret verso Planpincieux m.1580. Con buona visibilità panorama vastissimo sull’intero settore meridionale del Monte Bianco.

Tempi e dislivelli:

  • Com. A : h 7  + 1200  - 1200 , diff. EEA
  • Com. B : h 4  + 500  - 560  , diff. E

Prima del rientro a La Thuile tutti insieme faremo sosta a Morgex, per fare l’esperienza sensoriale del Barefooting. Si tratta di un percorso “A piedi nudi” dall’inglese barefoot che significa “scalzo” E’ un’attività ancora poco conosciuta che nasce in Nuova Zelanda per poi approdare rapidamente negli Stati Uniti diffondendosi con il tempo anche in Europa. Il percorso attrezzato consente a chiunque di provare a camminare sui più svariati tipi di terreno: erba, muschio, sabbia, acqua, fango, ghiaia, foglie…

Camminare scalzi, riappropriandosi delle sensazioni che può trasmettere al corpo il contatto diretto col terreno, fa bene alla salute: distende il corpo, garantisce il massaggio plantare, il rinforzo della muscolatura delle gambe e il miglioramento la circolazione sanguigna. Il percorso, lungo circa 600 m, presenta anche alcune postazioni sensoriali che permettono di “giocare” con tutti i sensi. La pista è attrezzata con un corrimano lungo tutto il percorso e con pannelli informativi in Braille, rendendolo così accessibile a persone non vedenti o ipovedenti.

 

Domenica 1 Settembre:

Colle del Piccolo San Bernardo

Fatti i bagagli e raggiunto con il nostro bus il Colle del Piccolo San Bernardo m.2150 ci dividiamo in due gruppi:

  • Com. A : salita al monte Lancebranlette m.2927, che è la prima elevazione a ovest del Colle del Piccolo San Bernardo, situata sul confine italo-francese. A pochi metri dal punto culminante (di roccia instabile) sorge una tavola d'orientamento, di installazione francese, che indica praticamente tutte le montagne visibili. La vista dalla cima è maestosa e spazia dal Massiccio del Bianco a nord, fino al Monte Cervino ed al Monte Rosa verso est.

Dislivello 777 m., ore 3,30, diff. E

  • Com. B : visita al Giardino botanico Alpino Chanousia, che si trova circa 800 mt. oltre il confine italo-francese in un paesaggio alpino di notevole bellezza.

In séguito pranzo finale e rientro a Carrara

 

Scala Difficoltà:

T = Turistico

E = Escursionistico

EE = Escursionistico esperto

EEA = Escursionistico esperto con attrezzatura

 

Note:

Per salire al bivacco Gervasutti è necessaria l'attrezzatura completa: imbrago, cordini e 2 moschettoni, casco, piccozza e ramponi.

I programmi delle escursioni potranno subìre variazioni in tutto o in parte per motivi meteorologici e secondo il giudizio dei coordinatori.

 

Direzione di gita e coordinatori:

Fabrizio Molignoni  3483935195

Domenico Pini 3395494594

Alessandro Vignoli 3398701683

Daniela Galimberti 3398124938

 

Iscrizioni:

Iscrizioni aperte dal 1 Maggio con versamento di una caparra di 100 euro fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Quote di partecipazione:

Soci Euro 400,00

Soci Juniores Euro 350,00

Soci Giovani Euro 325,00  (305,00 se presente almeno un genitore)

 

La quota comprende:

  • Viaggio A+R mezzo bus GT
  • Spostamenti giornalieri mezzo bus
  • Mancia finale autista
  • Eventuali bus navette per le valli Veny e Ferret
  • ½ Pensione Hotel Planibel **** La Thuile
  • Tasse di soggiorno
  • Ingresso Parc Animalier d'Introd
  • Ingresso sentiero dell'Orrido di Prè S. Didier
  • Ingresso al Museo Alpino di Courmayeur
  • Ingresso al giardino botanico Chanousia
  • Ingresso percorso di Barefooting
  • Per i ragazzi dell'Alpinismo Giovanile:

-        Piccolo cesto pic-nic per le tre escursioni centrali

-        Attività di Hidrospeed o Rafting

 

Riunione in sezione:

Lunedì 27 Maggio ore 21

 

 

 

Altre date


  • Da 28 Agosto 2019 07:00 a 1 Settembre 2019 19:00

 

Lista Partecipanti

 Non ci sono Participanti 
 

Prossimi appuntamenti

22
Set
ANNULLATA PER PREVISIONI DI MALTEMPO Partiremo dal rifugio CAI Carrara di Campocecina, dopo aver

28
Set
originariamente programmata per il 18 e 19 maggio, e rinviata per maltampo Piemonte, Alpi Graie Sacra di San Michele e Orrido di

29
Set
GIA' PROGRAMMATA PER IL 22 SETTEMBRE E RINVIATA AL 29 SETTEMBRE PER PREVISIONI DI MALTEMPO.  Questa

06
Ott
INDICATA IN ORIOGRAMMA PER IL 15 SETTEMBRE E SPOSTATA AL 6 OTTOBRE   Max 15

06
Ott
ANNULLATA PER PROBLEMA DI SICUREZZA PER  LE CONDIZIONI DEL SENTIERO ZACCAGNA Dal paese di Vinca inizia il

12
Ott
La destinazione sarà resa nota dalla Sezione attraverso il sito www.cai carrara.it

13
Ott
Gioco dell’arrampicata alla falesia di M.te Lieto che si raggiunge dal paese di Farnocchia, alta

Calendario Generale CAI CARRARA

Prenota Rifugio Garnerone

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

Lo Scarpone News

Cerca nel sito

Contatti

Via Apuana 3c, Carrara (MS)

+39 0585 776782

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.