• +39 0585 776782
  • info@caicarrara.it

Questo nuovo calendario per le attività 2016 nasce con l’auspicio di poter unire il maggior numero di persone, dai più giovani ai meno giovani, dagli esperti ai meno esperti, inseguendo una piccola utopia, dare la possibilità di fruire la montagna al più alto numero di soci, in compagnia e in sicurezza. Lo scopo di questa sezione, com’è nella memoria storica e attuale della sezione centrale, è quello di proporre la montagna sotto tutti i suoi aspetti e di sostenere la libertà di frequentarla secondo le proprie capacità. Il calendario in oggetto è stato elaborato per dare impulso a questo principio e vuole farsi promotore di ricreare e rafforzare un rapporto che, forse negli ultimi tempi, è venuto a mancare. Credo si stia prendendo il “sentiero” giusto anche in virtù delle nuove iniziative intraprese dalla sezione, una su tutte la montagna terapia al di là delle interessanti iniziative avvenute nel 2015 atte a far conoscere il territorio e alle quali la sezione ha dato il patrocinio. L’impostazione data a questo calendario ha altresì lo scopo di far conoscere quelle peculiarità che contraddistinguono le Alpi Apuane, cercando di stimolare nelle persone quella curiosità che è tipica nell’essere umano. Affrontare la montagna con spirito alpinistico-escursionistico è il fine di ogni sezione, ma anche guardarla con occhi diversi, più attenti a quei particolari, a volte nascosti, che sono la ricchezza del nostro territorio, nella maggior parte dei casi invisibili a coloro che non hanno stimoli per guardarli. Dovremmo sentirci orgogliosi di poter praticare l’escursionismo in un territorio così variegato, dove le vette e i crinali dominano vallate ricche di vita dove i borghi, con il loro bagaglio di 22 storia e cultura, sono il vero patrimonio delle Apuane. Abbinare l’escursionismo alla conoscenza e alla cultura delle Apuane sarebbe un arricchimento per ciascuno e l’occasione per realizzare questo utopico progetto. Imparare a guardare il paesaggio non solo dal lato estetico, ma imparare a guardarlo anche dal lato etico.

Il Gruppo Alpinisti Universitari, per l’anno 2016, prevede, anzitutto, di continuare quanto già avviato nel 2015. Proseguiranno i lavori sul sentiero 175, che da Vinca sale a Foce Giovo; il sentiero è stato “adottato” dal gruppo, che ha avviato un progetto di valorizzazione che va oltre la semplice manutenzione, in modo da lasciare un contributo tangibile per gli anni a venire, fra moderna segnaletica, bacheche illustrative e aree boulder nei dintorni e, se ci riesce, un’ulteriore bella sorpresa. Circa le gite sociali, alcuni ragazzi condurranno gite del calendario sezionale; all’infuori di queste, invece, si cercherà di scalare qualche bella cima apuana che ancora ci manca in veste invernale e si svolgeranno delle arrampicate e camminate estive. I giovani interessati non esitino a contattarci. Complimenti, infine, ai nostri Andrea e Lorenzo, divenuti operatori sezionali TAM; che vanno ad aggiungersi ai due accompagnatori sezionali di escursionismo e all’aiuto istruttore di alpinismo tra i ragazzi del gruppo che hanno intrapreso un percorso formativo in seno al CAI.

 

Il Consiglio Direttivo ha incaricato coordinatore del gruppo "Terre Alte" Renzo Gemignani. Nostro intendimento è proseguire e ampliare il programma della precedente gestione. Proseguiremo alla ricerca delle tracce dell'uomo presenti sulle nostre montagne adiacenti alla nostra città, in particolare al gruppo del Monte Sagro. Intendiamo censire mediante escursioni mirate ai bacini marmiferi carraresi e alle valli che scendono dal Sagro alla ricerca di tracce di archeologia industriale, cave e insediamenti agro pastorali. Mapperemo tutte quelle tracce (manufatti, strumenti di lavoro, incisioni rupestri) tutto ciò servirà per salvaguardare le località che le contengono. Molti studiosi nel passato si sono interessati a questi problemi, lasciandoci scritti illustranti i siti di rinvenimento delle tracce. Il tempo, l'incuria dell'uomo le asportazioni e l'escavazione massiccia del marmo, hanno modificato pesantemente il territorio. Nostra intenzione è quella di creare un percorso che partendo da Carrara, Fantiscritti, Colonnata, Vergheto, Canal Regolo, Vinca, Canalonga, Lorano torni a Carrara. Il percorso qui proposto si offre come viaggio affascinante, istruttivo e salutare nella genesi naturale di un ambiente fra i più noti al mondo e, insieme, anche nella storia che l'uomo, in millenni di frequentazione e lavoro "documentati" ha tramandato in segni capaci di raccontarla con una evidenza e una continuità caratterizzanti i singoli siti e l'ambiente complessivo, fino a renderlo un gigantesco museo a cielo aperto, un viaggio fra meraviglie di uomini e natura. Il gruppo è aperto a tutti quei soci interessati alla salvaguardia e protezione del nostro territorio.

Prossimi appuntamenti

25
Giu
Indicativamente fissata a programma per il 20/6 proponiamo questa bella escursione, sempre partecipata.

28
Giu
PIANIFICAZIONE DI UNA ESCURSIONE, CONDUZIONE DI UN GRUPPO E RESPONSABILITÀ a cura di fabrizio Miolignoni e Lucia

30
Giu
Già programmata per il 23 giugno e rinviata per maltempo, recuperiamo l'inaugurazione dei lavori al

30
Giu
In programma per il 23/6 proponiamo il recupero di questa escursione per la quale occorre reiscriversi a

06
Lug
Riproponiamo la salita annullata lo scorso anno a causa del maltempo Salire all’Aiguille de Rochefort significa

07
Lug
Una giornata dedicata alla salute tra natura, trekking, buon cibo e screening specialistici. Questo il

Calendario Generale CAI CARRARA

Prenota Rifugio Garnerone

Nessuna evento nel calendario
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Lo Scarpone News

Cerca nel sito

Contatti

Via Apuana 3c, Carrara (MS)

+39 0585 776782

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.